ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
[wpdts-weekday-name] [wpdts-date]

EDIZIONI REGIONALI

Solo notizie convalidate

EDIZIONI REGIONALI

Prà, sabato 20 manifestazione contro l'autostrada

Genova – Sabato 20 aprile 2013, dalle 15 in poi, con raduno in piazza Sciesa e poi, in bicicletta e a piedi, pacificamente sull'Aurelia per protestare contro lo scempio previsto si terrà una manifestazione a tutela della vivibilità e sicurezza e contro il progetto di Por in atto. 

La manifestazione è promossa da Alemante Friends, Amici di Villa Fiammetta, Canottieri Voltri, CIV le Botteghe del Borgo, Comitato per Pra’, Comitato Genitori Istituto Comprensivo Pra’, PA Croce Verde Praese, Judo Prà, Legambiente, La Giostra della Fantasia, Polisportiva Pra’ Palmaro, GDS Regina Margherita. 

NO all’autostrada urbana in Prà. 

Comitati, Associazioni e liberi cittadini, senza alcun interesse partitico, dicono NO allo snaturamento del progetto di trasformazione del vecchio tracciato dell’Aurelia (P.O.R. di Pra’), dicono NO all’autostrada urbana, dicono NO alle quattro corsie. Per far sentire la propria voce, Pra’ unita manifesterà sabato 20 aprile. 

Una scelta simile condannerebbe Prà, per sempre, a essere schiacciata dentro il suo centro storico verso una apertura verso la fascia di rispetto. 

Gli obiettivi del POR e il percorso partecipato fallito. 

L’obiettivo del Por era recuperare l’Aurelia, trasformandola da viabilità ad alto scorrimento a ‘Parco Lungo’, uno spazio urbano funzionale alla vita quotidiana della delegazione. Il tutto attraverso un vero percorso partecipato. Invece il comune ha snaturato completamente gli obiettivi decidendo il raddoppio dell’Aurelia, con la realizzazione di QUATTRO corsie a scorrimento veloce privilegiando esclusivamente la viabilità e dimenticandosi completamente della vivibilità e sicurezza. I cittadini il mantenimento delle promesse fatte: chiedono che il progetto abbia come parte fondamentale la centralità del pedone. Le richieste dei cittadini sono state accompagnate da una raccolta di firme, che in sole 72 ore ha raccolto oltre 1.800 adesioni. Nessuno le ha considerate, sono state completamente ignorate.

Non solo contro l’autostrada urbana ma per un compimento della fascia di Prà. 

I cittadini chiedono inoltre che il comune si impegni su altri aspetti non meno importanti per il futuro di Pra’ quali: garanzie circa la manutenzione del “verde” previsto a progetto, sistemazione del Parco Dapelo, riqualificazione della zona a levante del Palamare, il rifacimento di piazza Bignami, la realizzazione del mercato a KM 0, una definitiva posizione sulla questione Navebus, la semipedonalizzazione di via Airaghi e la pedonalizzazione di via Sapello, la tanto sospirata passeggiata tra Pegli e Voltri. 

La manifestazione ha il supporto dell’organizzazione “Salviamo in Paesaggio” che domenica 21 aprile promuove la “Marcia per la Terra”. Una marcia contro il cemento e a favore della tutela e valorizzazione dei suoli agricoli; una manifestazione contro la speculazione edilizia e a favore del paesaggio come risorsa anche economica.

Facebook