ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
giovedì 18 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Area Pianacci, concessione rinnovata l'ultimo giorno dell'anno

Genova – E' arrivata “in zona Cesarini” la proroga della concessione dell’area Pianacci all’associazione Consorzio Pianacci, fino al 30 giugno 2013. L'autorizzazione è stata concessa il 31 dicembre 2012, ultimo giorno di concessione, alle 14.17. 
“Insieme all’osservare che, ancora una volta, viene rinnovata la concessione all’ultimo momento e con grande confusione – fanno sapere dal Direttivo Pianacci – ringraziamo sinceramente il Sindaco Doria che, ci pare, si è interessato direttamente alla questione.
Rimane aperta la questione del bando da emettere e formulare. Bando che se fosse emesso considerando l’area Pianacci una struttura prevalentemente sportiva potrebbe, a nostro avviso, costituire un elemento di rischio per la continuazione delle attività sociali sviluppate nel quartiere dal Pianacci.
Rinnoviamo la richiesta di un incontro al Sindaco stesso per promuovere una soluzione del blocco tra Comune di Genova e Municipio Ponente. Infatti rispettivamente ci indicano nell’altro ente quello in grado di decidere per il bando o di dare una svolta al percorso di formulazione dello stesso. Pensiamo che la figura del Sindaco sia in grado di superare questa situazione che ha creato e crea, in prospettiva, danni al quartiere del Cep che è in ultima analisi l’interesse del Comune, del Municipio Ponente, dell’Associazione Pianacci, dei cittadini del quartiere.
L’apertura e le attività del Pianacci, sospese vista l’impossibilità ad organizzarci senza una certezza, avuta solo ieri, rimangono ferme almeno fino a venerdì 4 gennaio quando si realizzerà un incontro con i soci dell’associazione per decidere come procedere anche in virtù delle risposte dell’amministrazione comunale che potranno esserci nei prossimi giorni.
Ringraziamo quelle le persone del municipio, del comune, del quartiere che lavorano con passione per risolvere i problemi e permettere al Pianacci di continuare il lavoro di animazione che svolge nel quartiere”.