Venerdì 24 marzo - Ultimo aggiornamento 16:45
Sei in: Home > Politica
POLITICA - REGIONALE
data articolo22 luglio 2016

Bombardier: lavoratori in sciopero e presidio alle portinerie

Bombardier: lavoratori in sciopero e presidio alle portinerie
Bombardier: lavoratori in sciopero e presidio alle portinerie
Fiom Cgil Savona

Oggi i lavoratori sono ancora una volta in sciopero per tutta la giornata e stanno presidiando tutte le portinerie dello stabilimento di Vado Ligure, visto che ieri sera l'azienda unilateralmente ha "aperto la procedura di licenziamento collettivo" per 106 lavoratori.
Azione unilaterale dell'impresa, che da' uno schiaffo ai lavoratori e alle istituzioni locali che avevano chiesto di attendere almeno fino al prossimo incontro al Ministero del prossimo 28 luglio.
Dimostrazione che il management locale non decide nulla, ma tutto e' deciso dal Gruppo.
Noi nelle ultime settimane abbiamo ragionato su proposte concrete che metteremo in campo che possono mitigare il problema che oggi l'azienda ci ha annunciato. Auspichiamo che il Ministero la prossima settimana ci ascolti e metta in campo proposte che garantiscano la continuità del sito e riducano al massimo l'impatto sociale.
Nel frattempo tutte le attività che oggi Bombardier affida all'esterno del sito di Vado e' necessario che rientrino in azienda e siano sviluppati dai lavoratori Bombardier.
La strategia dell'azienda e' inaccettabile, perché si basa solo sulla riduzione dell'organico senza prevedere investimenti che possano dare continuità allo stabilimento, provocando di fatto la chiusura del sito stesso.
Oggi per la prima volta nessun lavoratore dei 600 occupati a Vado Ligure e' entrato in azienda, perché tutti hanno scioperato e presidiato le portinerie. Questo dimostra che tutti hanno capito ciò che c'è in gioco che e' il futuro dell'intero stabilimento.

commenta

CERCA NEL QUOTIDIANO
  
Notariato
genova.ogginotizie.it