Venerdì 24 marzo - Ultimo aggiornamento 16:45
Sei in: Home > Politica
POLITICA - REGIONALE
data articolo20 maggio 2016

21 maggio: Referendum Day del #partitodemocratico

21 maggio: Referendum Day del #partitodemocratico
21 maggio: Referendum Day del #partitodemocratico
Sabato 21 maggio 2016 sarà “Referendum day” anche in Liguria. Circoli, volontari, militanti ed eletti del PD attivati sul territorio per il sì al Referendum sulla Riforma Costituzionale del prossimo autunno; parallelamente nei diversi banchetti allestiti nelle piazze e nelle vie della regione prenderà il via la campagna di raccolta firme per il Referendum di ottobre.

“Basta un sì”. Questo dice il Partito Democratico ai cittadini e lo spiegherà sabato al “Referendum Day”, ma anche nei prossimi mesi attraverso iniziative pubbliche e momenti di confronto sui temi della riforma anche nel corso delle Feste dell’Unità sul territorio.

“Quello della riforma costituzionale è un tema fondamentale per tutto il PD nel processo di cambiamento cruciale che il Paese sta attraversando in questi anni e l’appuntamento con il referendum deve vedere impegnato tutto il Partito Democratico, anche in Liguria - spiega il Commissario regionale David Ermini - . Nel corso di una riunione che si è tenuta a Genova lunedì scorso, presenti Alessio Cavarra che si occuperà del Coordinamento regionale, Mario Tullo, i segretari provinciali e il Gruppo di lavoro regionale per il quale Massimiliano Morettini seguirà il referendum, e che ha anticipato l’incontro a Roma con il segretario nazionale Matteo Renzi, sono state individuate priorità e obiettivi di questa campagna. Nelle prossime settimane organizzerò un'altra riunione sul tema con tutti i parlamentari e i consiglieri regionali del PD e in seguito con tutti i consiglieri comunali e segretari di Circolo”.

Sul sito del PD Liguria verrà pubblicato nelle prossime ore l’elenco aggiornato dei banchetti sul territorio per l’avvio della campagna “Basta un sì”. Un sì per dire addio al bicameralismo paritario, per cancellare poltrone e stipendi, per garantire stabilità e partecipazione e per togliere poteri alle Regioni inefficienti.

commenta

CERCA NEL QUOTIDIANO
  
Notariato
genova.ogginotizie.it